Seguici su
Lingua
Home  /  Itinerari   /  Itinerario nell’arte contemporanea

Itinerario nell’arte contemporanea

La fruizione del territorio e del centro storico di Tarquinia

Itinerario nell’arte contemporanea

Tarquinia vanta la presenza di un’elevata concentrazione di capolavori, da quelli etruschi a quelli medievali, rinascimentali, barocchi e neoclassici, sino ad arrivare alle espressioni artistiche contemporanee, che insieme alle opere letterarie degli scrittori che l’hanno amata e vissuta, come George Dennis, Leonard Huxley e David Herbert Lawrence ed il concittadino Vincenzo Cardarelli, l’hanno arricchita elevandola a Città di Cultura per tutto il XX secolo.

Passeggiando tra le vie del centro storico è possibile ammirare alcune opere d’arte contemporanea, inserite abilmente in antichi contesti medievali e rinascimentali.

Memoria dell’Estate di Emilio Greco

In ricordo di Vincenzo Cardarelli, il 13 ottobre 1990, lo scultore Emilio Greco (1913-1995) dona alla Città di Tarquinia la statua in bronzo, realizzata nel 1979 e  che possiamo ammirare lungo il Corso Vittorio Emanuele, a fianco di Palazzo Vitelleschi.

L’occhio del mondo, Roberto Sebastian Matta

La pavimentazione di piazza Matteotti fu realizzata alla metà degli anni ’90 su progetto del grande Maestro cileno che volle riproporre il disegno michelangiolesco di piazza del Campidoglio a Roma, inserendo degli occhi, come profondi e misteriosi simboli esoterici.

Perché le vittime vincano, Roberto Sebastian Matta

La Sala del Consiglio del Palazzo Comunale di Tarquinia è dominata dal trittico pittorico dell’artista cileno, opera significativa del suo impegno politico e sociale.

Pietraperta, Claudio Capotondi

Presso l’affaccio dell’Alberata Dante Alighieri, nel 2014 è stata posizionata l’opera di uno dei più apprezzati scultori viventi a livello mondiale: Claudio Capotondi, che proprio alla sua città natia ha deciso di donare una sua produzione del 1998.

Guida Turistica